Seguici su
Cerca

ECONOMIA ED ESTIMO AMBIENTALE

Anno accademico 2020/2021 - 5° anno
Docente: Salvatore GIUFFRIDA
Crediti: 8
SSD: ICAR/22 - ESTIMO
Organizzazione didattica: 200 ore d'impegno totale, 120 di studio individuale, 80 di lezione frontale
Semestre:
ENGLISH VERSION

Obiettivi formativi

Il corso di Economia ed estimo ambientale ha come obiettivi convergenti la formazione personale e professionale dello studente di Architettura a partire dalla consapevolezza circa delle questioni teoriche, le strutture metodologiche e gli strumenti applicativi che presiedono agli aspetti del valore e delle valutazioni delle diverse forme del capitale sociale, a partire dai beni immobili privati e pubblici nei contesti territoriali di riferimento e in relazione alle diverse scale. La dinamica del territorio sovraordinata alle valutazioni di questi beni è coinvolta nella dimensione economica del progetto, l'investimento, la cui valutazione mette in relazione grandezze stock e grandezze flusso, con specifico riferimento alle variabili distributive che le trasformazioni impresse al sistema casa-città-paesaggio declinano nella questione della sostenibilità intesa come convergenza di solidarietà inter e intra-generazionale.

Il corso di economia ed estimo ambientale fornisce le coordinate essenziali di teoria del valore, a partire da un approccio storico, analitico e critico delle elaborazioni teoriche riconducibili alle principali scuole del pensiero economico. A questi aspetti si collegano il metodo e i procedimenti di valutazione di beni e progetti privati e pubblici e del danno ambientale, e la relativa questione della internalizzazione delle esternalità, con riferimento alle collegate variabili qualitativo-monetarie, qualitativo-fisiche ed estetico-qualitative, quindi a strumenti di analisi mono e multi-criteri. Particolare attenzione è rivolta alla dimensione economico-ambientale dei beni capitali alla luce del rapporto tra sistema e ambiente che i processi di trasformazione modificano in direzioni delle quali la valutazione sottolinea il grado di fattibilità finanziaria, convenienza economica, equità sociale e sostenibilità eco-sistemica.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Il corso si svolge in 80 ore di lezioni frontali comprendenti esercitazioni ed esemplificazioni degli strumenti metodologici e applicativi che afferiscono agli aspetti teorici trattati. Gli argomenti affrontati afferiscono a quattro aree di conoscenza integrate e convergenti: sulla base di un insieme di nozioni iniziali intese alla formazione del lessico per comprendere i concetti fondamentali e padroneggiare le principali categorie economiche, il primo modulo si concentra sugli elementi essenziali di storia analisi e critica delle teorie economiche rivolte essenzialmente alla teoria del valore; il secondo è dedicato all'estimo operativo e ai ruoi rifeimenti ai più generali aspetti della scienza delle valutazioni; il terzo si rivolge alla teoria del capitale e alla pratica delle valutazioni degli investimenti privati e pubblici; il quarto è dedicato alle valutazioni di beni e processi la cui complessità richiede la convergenza e integrazione di misure monetarie ed extra-monetarie. Un'esercitazione consentirà agli studenti di acquisire la sensibilità valutativa necessaria a collegare il piano delle valutazioni qualitative concrete e quello delle misure quantitative astratte (monetarie). L'esercitazione si rivolge alle valutazioni qualitative e quantitativo-monetarie di beni localizzati in tessuti urbani consolidati. Gli studenti potranno scegliere tra la valutazione immobiliar l'analisi di parti del tessuto edilizio di un contesto definito. Una prova in itinere consentirà agli studenti di fissare la comprensione degli argomenti affrontati a lezione e al docente di verificare l'adeguatezza dell'insegnamento rispetto al livello delle conoscenze di base degli studenti, e evoluzione di queste nel segno della comprensione della natura economica del fenomeno architettonico-urbano e territoriale-ambientale, attraverso l'approccio al valore e alle valutazioni.


Prerequisiti richiesti

Il nuovo ordinamento prevede la sola propedeuticità del corso di Diritto dell'urbanistica e dell'edilizia. Nondimeno, sono richieste solide conoscenze di base in urbanistica, tecnologia dell'architettura, analisi matematica, algebra lineare.


Frequenza lezioni

La frequesza non è obbigatoria ma raccomandata. L'ampiezza e l'articolazione delle tematiche cui le questioni del valore e delle valutaizoni afferiscono, specie nella prospettiva della sostenibilità del modello di sviluppo cui la gestione del territorio partecipa, richiedono capacità di sintesi e di collegamento degli argomenti e dei materiali verso cui l'impegno didattico è indirizzato, con esemplificazioni ed applicazioni estemporanee anche riferite alla attualità e ai principali fenomeni sociali, politici ed economici contemporanei.


Contenuti del corso

Il corso si articola in quattro moduli integrati e quindi trattati parallelamente:

  1. Storia analisi e critica delle teorie economiche con riferimento alla questione della teoria della ricchezza e del valore;
  2. Metodo e procedimenti di valutazione mono e multi dimensionali in campo immobiliare, urbano;
  3. Teoria del capitale e valutazione economico-finanziaria degli investimenti con elementi di matematica attuariale;
  4. Valutazioni complesse in campo territoriale e ambientale con misure monetarie ed extra-monetarie.

Esercitazione sul mercato immobiliare o sull'analisi economico-urbana dei tessuti edilizi storici.


Testi di riferimento

  1. Rizzo F., Economia del patrimonio architettonico ambientale, Franco Angeli, Milano 1989.
  2. Rizzo F., Valore e valutazioni. La scienza dell’economia o l’economia della scienza, Franco Angeli, Milano 1999.
  3. Begg D. Fischer S. Dornbusch R, Economia, McGraw-Hill, 2001.
  4. AA.VV. Enciclopedia dell’economia Garzanti, Garzanti, 1995, oppure un manuale di economia politica a scelta.
  5. Grillenzoni M., Grittani G., Estimo, teoria, procedure di valutazione e casi applicativi, Edagricole, Bologna, 1990.
  6. Polelli M. Nuovo trattato di Estimo, Hoepli, 2008.
  7. Roscelli R. (a cura di) Manuale di Estimo. Valutazioni economiche d esercizio professionale, UTET, Torino, 2014.
  8. Bresso M., Per un’economia ecologica, La Nuova Italia Scientifica, Roma 1993
  9. Ratterman M., The Appraisal of Real Estate
  10. Callan S. J., Thomas J. M, Environmental Economics and Management


Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1matematica finanziariamanuali di estimo 
2paradigma serpierianomanuali di estimo 
3categorie economicheAA.VV. Enciclopedia Garzanti 
4teoria della produzioneBeggs et al., Economia 
5teoria del mercatoBeggs et al., Economia 
6teoria del consumoBeggs et al., Economia 
7principali epistemi economichedispensa fornita dal docente 
8estimo immobiliaremanuali di estimo 
9elementi di nuova economiaRizzo, Valore e valutazioni 
10analisi costi beneficiRizzo, Economia del patrimonio architettonico-ambientale 
11analisi multicriteriRizzo, Economia del patrimonio architettonico-ambientale 

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento

Orale, con verifica della esercitazione, prova pratica relativa allo svolgimento di un esercizio di matematica finanziara, e discussione di un agomento per ciascuna delle quattro parti del programma.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

Definizioni delle principali categorie economiche

Funzioni di produzione

Forme di mercato

Equilibrio di mercato

Funzione di utilità

Forme e meccanismi di accumulazione del capitale

Il mercato immobiliare

La valutazione immobiliare

Procedimento sintetico e analitico

Stima mono e pluriparametrica

Il saggio di capitalizzazione

Circuito sano del mercantilismo

Principio della domanda effettiva

Leggi psicologiche di keynes

Circuito keynesiano completo

Paradigma serpieriano

Teoria del valore-terra

Fisiocrazia e il modello di Leontief

Valore di costo e computo metrico estimativo

Valore di trasformazione

Rendita differenziale; rendita fondiaria e urbana

Teoria del valore-lavoro in Ricardo e in Marx

Caduta tendenziale del saggio di profitto in Marx

Problema del consumatore

Teoria dell’impresa: problema tecnico, economico e della trasformazione

Ottimo paretiano

Economia ambientale

Esternalità

Tasse e sussidi

Standard ambientali

Permessi negoziabili

Stima dei diritti reali: diritto di superficie, Usufrutto uso e abitazione ,servitù prediali

Estimo legale: espropriazione per pubblica utilità

Analisi costi benefici

Classificazione dei benefici

Analisi economica e finanziaria

Disponibilità a pagare

Prezzi ombra

Criteri di scelta; VAN TIR TER PbP

Nuova economia: approccio semiotico-ermeneutico e bio-tecnologico

Nuova teoria del valore: il triangolo dei tre surplus

Semiotica economica estimativa

Sistema sociale e ambiente; sociologia economico-estimativa

Teoria del valore energia/neg-entropia

Teoria del valore informazione

Analisi multiciriteri: metodo di aggregazione in un unico criteri; modello Electre II; matrice interattiva

Valutaizone di impatto ambientale; fasi della VIA; matrice degli impatti; valori e pesi