Matteo IANNELLO

Ricercatore di STORIA DELL'ARCHITETTURA [ICAR/18]
Ufficio: Struttura Didattica Speciale di Architettura - Siracusa, piano 1
Email: matteo.iannello@unict.it
Sito web: 3d6i406




Matteo Iannello (1976), architetto e PhD in Storia dell’Architettura e Conservazione dei Beni Architettonici; da marzo 2020 è ricercatore RtdA presso l’Università degli Studi di Catania - SDS di Architettura di Siracusa  e dal 2017 è assistente post-doc presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio, Università della Svizzera italiana nell’ambito dell’Archivio del Moderno.

La sua attività di ricerca si concentra prevalentemente nell’ambito della Storia dell’architettura contemporanea. Inizialmente i suoi interessi si sono rivolti al periodo tra le due guerre mondiali e la ricostruzione. A queste ricerche è legata l’esplorazione degli archivi di architetti e ingegneri del XIX e XX secolo sul territorio siciliano, e i successivi lavori sugli archivi privati di architetti e ingegneri del Novecento, svolti in collaborazione con la Direzione Generale per gli Archivi, la Soprintendenza Archivistica per la Sicilia e il Centro Alti Studi per le Arti Visive (CASVA) del Comune di Milano.  Un secondo ambito di ricerca ha indagato dapprima il contesto architettonico siciliano del Novecento sia attraverso lo studio su singole figure che la costruzione di panorama generale di riferimento. L’analisi dell’archivio dell’architetto Giuseppe Vittorio Ugo ha costituito il punto di partenza per un indagine che si è progressivamente estesa allo studio di altri protagonisti Enrico Calandra, Edoardo Caracciolo, Luigi Epifanio, Antonio Bonafede, Roberto Calandra, Gianni Carpintieri, Gianni Pirrone. A partire da queste figure, un lavoro di ricerca più vasto ha progressivamente coinvolto il contesto nazionale indagando l’attività di figure come Carlo Scarpa, Roberto Sambonet, Fredi Drugman, Vittorio Gregotti e Gino Pollini.

Ulteriore campo di indagine riguarda la storia della costruzione e l’analisi del cantiere come luogo di verifica, trasformazione e costruzione delle idee, attività svolta in particolare nell’ambito delle ricerche condotte dal prof. Arch. Marco Pogacnik, presso il Dipartimento di Architettura Costruzione e Conservazione dell’Università IUAV di Venezia.

Dal 2017 collabora al programma di ricerca “L’architettura nel Cantone Ticino 1945-1980” promosso dall’Archivio del Moderno – Usi (finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica) e diretto da Nicola Navone.  In quest’ambito è attualmente in fase di elaborazione uno studio sull’architettura scolastica nel Cantone Ticino dal dopoguerra sino alla fine degli anni ’70, con l’intento di ricostruirne le ragioni storiche, sociali e architettoniche di un fenomeno considerato nel suo insieme, anche in relazione al contesto e alle coeve esperienze svizzere ed europee.


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2020/2021


ANNO ACCADEMICO 2019/2020